ARPA Basilicata
Cerca PersoneDove SiamoBandi di Gara logo youtube   font font
logoarpab
Home L'Agenzia ARPAB Informa Temi Ambientali Servizi_Ambientali
logoarpab


sei in: ARPAB.it/ Acqua
 

Monitoraggio e Controllo delle Acque destinate alla Balneazione

In Italia attualmente lo stato di balneabilità delle acque superficiali viene definito sulla base di una norma nazionale, il D.Lgs. n. 116 del 2008 (che recepisce la Direttiva 2006/7/CE), reso attuativo dal D.M. del 30/03/2010. La vigente norma prevede il monitoraggio della qualità delle acque con frequenza mensile nel periodo Aprile-Settembre, controllando, tra gli altri, parametri analitici di tipo microbiologico indicatori di inquinamento di origine antropica. Le acque superficiali marino-costiere, infatti, per essere idonee alla balneazione, non devono superare la concentrazione di 200 UFC/100 ml (Unità Formanti Colonie) relativamente agli Enterococchi intestinali e di 500 UFC/100 ml per l'Escherichia coli.
Considerate le criticità ambientali potenzialmente dovute all'impatto di determinate pressioni antropiche, di norma sono preclusi alla specifica destinazione d'uso balneare, e quindi sono esclusi dal monitoraggio istituzionale, i tratti costieri caratterizzati dalla presenza di aree urbane fortemente antropizzate, portuali o aeroportuali, militari, zone "A" delle aree marine protette (queste per tutelare gli habitat e le specie), o quelle zone interessate da scarichi o apporti di qualsiasi origine o tipologia (corsi d'acqua, canali, scarichi urbani e/o industriali, ecc.; si cfr. D.M. 29 Gennaio 1992). Per questa ultime zone, la Regione Basilicata, con la D.G.R. n. 404/2012, aggiornata annualmente, ha dichiarato "non balneabili" a priori "i bacini naturali e artificiali e i corsi d'acqua di ogni tipo e relative foci". Con le stessa D.G.R. sono stati altresì individuati i tratti marino-costieri destinati alla balneazione in numero di 60 (41 per la provincia di Matera e 19 per la provincia di Potenza) lungo l'intera costa lucana (tabella 1).

Tabella 1: Tratti marino-costieri destinati alla balneazione oggetto del monitoraggio
Mare Ionio Denominazione acque balneazione Mare Tirreno Denominazione acque balneazione
Bernalda 002 - IDROVORA METAPONTO - 50 m. MARGINE NORD Maratea 001 - CONFINE POTENZA - COSENZA FOCE VALLONE
003 - IDROVORA METAPONTO - 50 m. MARGINE SUD 002 - CASTROCUCCO - A NORD FOCE DEL NOCE
004 - METAPONTO LIDO 003 - CASTROCUCCO - A SUD DEL CANALE PAMAFI
065 - FOCE BRADANO - 150 m. MARGINE SUD 004 - CASTROCUCCO - FOCE CANALE PAMAFI
034 - FOCE BASENTO - 300 m. MARGINE NORD 005 - PUNTA CAINO
048 - FOCE BRADANO - 1800 m. MARGINE SUD 006 - MARINA DI S.TERESA SPIAGGIA
049 - FOCE BASENTO - 2000 m. MARGINE NORD 007 - MACARRO
064 - FOCE BRADANO - 1000 m. MARGINE NORD 008 - MALCANALE
033 - FOCE BRADANO - 150 m. MARGINE SUD 009 - FILOCAIO
Nova Siri 031 - NOVA SIRI LIDO 010 - ESTERNO MOLO PORTO NORD
046 - IDROVORA DI NOVA SIRI - 150 m. MARGINE NORD 011 - FIUMICELLO - SPIAGGIA SUD
047 - IDROVORA DI NOVA SIRI - 150 m. MARGINE SUD 012 - FIUMICELLO - TORRENTE FIUMICELLO
Pisticci 008 CASELLO 48 LIDO 013 - FIUMICELLO - SPIAGGIA NORD
010 - SAN BASILIO LIDO 014 - PUNTA OGLIASTRO
036 - IDROVORA DI CASELLO 48 - 50 m. MARGINE NORD 015 - CERSUTA SPIAGGIA
037 - IDROVORA DI CASELLO 48 - 50 m. MARGINE SUD 016 - ACQUAFREDDA - VALLONE DEGLI ZINGARI
038 - FOCE CAVONE - 150 m. MARGINE NORD 017 - ACQUAFREDDA SUD - VALLE CUPA
050 - FOCE BASENTO - 450 m. MARGINE SUD 018 - ACQUAFREDDA NORD - CANALE DEL PORCO
Policoro 022 - POLICORO LIDO - LATO NORD 019 - CONFINE POTENZA - SALERNO
024 - POLICORO LIDO - LATO SUD
043 - FOCE AGRI - 250 m. MARGINE SUD
044 - IDROVORA DI TORRE MOZZA - 150 m. MARGINE NORD
045 - IDROVORA DI TORRE MOZZA - 150 m. MARGINE SUD
054 - FOCE AGRI - 1500 m. MARGINE SUD
055 - IDROVORA DEL CONCIO - 50 m. MARGINE NORD
056 - IDROVORA DEL CONCIO - 50 m. MARGINE SUD
057 - CANALE SCOLMATORE - 50 m. MARGINE NORD
058 - CANALE SCOLMATORE - 50 m. MARGINE SUD
059 - FOCE SINNI - 250 m. MARGINE NORD
Rotondella 026 - ROTONDELLA LIDO
060 - FOCE SINNI - 250 m. MARGINE SUD
061 - FOCE SINNI - 800 m. MARGINE SUD
062 - FOSSO DELLA RIVOLTA - 50 m. MARGINE NORD
063 - FOSSO DELLA RIVOLTA - 50 m. MARGINE SUD
Scanzano J.co 039 FOCE CAVONE - 150 m. MARGINE SUD
040 - CANALE BUFALORIA - 100 m. MARGINE NORD
041 - CANALE BUFALORIA - 100 m. MARGINE SUD
042 - FOCE AGRI - 250 m. MARGINE NORD
051 - FOCE CAVONE - 2000 m. MARGINE SUD
052 - IDROVORA DI SCANZANO - 100 m. MARGINE NORD
053 - IDROVORA DI SCANZANO - 100 m. MARGINE SUD

Il monitoraggio istituzionale delle acque di balneazione regionali è affidato all'ARPAB, che controlla la qualità delle acque in tutti i 60 punti previsti, corrispondenti alle altrettante aree di balneazione. In ogni punto-stazione sono misurati in campo diversi parametri meteo-marini, mentre in laboratorio sono analizzati i campioni per la determinazione della carica microbiologica. In caso di superamento dei limiti imposti dalla norma, l'Agenzia comunica la non conformità al Sindaco, alla Regione e al Ministero della Salute, per gli opportuni provvedimenti di competenza. Al Sindaco spetta, successivamente, l'emissione di apposita ordinanza per l'interdizione temporanea dell'acqua di balneazione in cui si è verificato il superamento. Al termine di ogni stagione balneare, le singole acque di balneazione vengono classificate sulla base dei risultati del monitoraggio degli ultimi quattro anni; ne deriva un giudizio variabile tra quattro classi: "scarsa", "sufficiente", "buona" ed "eccellente", ai sensi del D.Lgs. 116/2008. Nella procedura di classificazione non vengono considerati, come da norma, gli "inquinamenti di breve durata", ovvero quelli che si esauriscono nelle 72 ore successive all'evento perturbativo, che dunque, se pur manifestandosi in alcuni sporadici casi, non influiscono sulla valutazione finale. Resta inteso che tali fenomeni devono essere comunque attenzionati e non devono risultare frequenti.

Attività realizzate, dati e risultati, documenti e rapporti

Bollettini balneazione

Personale referente

Dott. Achille Palma - achille.palma@arpab.it

Normativa di settore

Link utili

Ministero della Salute

 
© ARPAB  via della Fisica 18 C/D - via della Chimica 103, 85100 Potenza - P.Iva 01318260765 - tel.0971656111   email PEC: protocollo@pec.arpab.it - Privacy - Note Legali
Dichiarazione di accessibilità