ARPA Basilicata
Cerca PersoneDove SiamoBandi e Gare
logoarpab
Home L'Agenzia ARPAB Informa Temi Ambientali Servizi_Ambientali
Aerobiologia

Monitoraggio aerobiologico

Allergia e pollinosi

Utilità
L'impollinazione
 

L’impollinazione è il trasporto del polline dall’antera allo stimma nel fiore delle Angiosperme o dalla sacca pollinica al micropilo degli ovuli nei coni femminili delle Gimnosperme. Essa può avvenire con varie modalità e, in base ai fattori che sono implicati nel trasporto del polline, si distinguono i seguenti tipi di impollinazione: anemogama, idrogama, zoogama. La prima è quella dipendente dal vento, la seconda dall'acqua e la terza dagli animali, in particolare si dice entomogama quella che avviene grazie agli insetti.

Le piante anemofile, cioè quelle che affidano al vento il compito di realizzare l’impollinazione, producono le maggiori quantità di polline, perché la loro strategia riproduttiva abbisogna di grandi quantità per avere maggiori probabilità di realizzare l’incontro casuale con l’ “obiettivo”.

Quelle entomofile invece ne producono quantità assai minori, avendo invece dei trasportatori molto efficienti e specifici.

È comprensibile quindi che le specie maggiormente rappresentate nei campioni del monitoraggio aerobiologico appartengano quasi esclusivamente a specie anemofile, sebbene molte piante si giovino di entrambi i meccanismi. Naturalmente i fiori delle piante entomofile sono quelli più vistosi e belli perché devono attirare gli insetti, mentre i fiori di quelle anemofile sono molto semplici non dovendo “far gola” a nessuno.

   

 
© ARPAB  via della Fisica 18 C/D 85100 Potenza - P.Iva 01318260765 - tel.0971656111 - email PEC: protocollo@pec.arpab.it - Privacy - Note Legali