ARPA Basilicata
Cerca PersoneDove SiamoBandi di Gara
logoarpab
Home L'Agenzia ARPAB Informa Temi Ambientali Servizi_Ambientali
Aria e Reti di Monitoraggio

Qualità dell'aria

Attività

Utilità
Link
Modellistica: Applicazione di un modello Gaussiano ibrido ad un sito industriale caratterizzato da orografia complessa
 

Bruno Bove, Lucia Mangiamele, Mario Scarciolla, Lucilla Ticconi
Italia – Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Basilicata (ARPAB)
Roberto Sozzi
Italia – Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente del Lazio (ARPAL)
II Sessione – ESPERIENZE DEL SISTEMA AGENZIALE


L’applicazione è relativa ad un’area industriale della regione Basilicata di elevato interesse industriale, socio-economico, naturalistico ed ambientale. Nell’individuazione del sito, uno dei criteri guida, è stata la disponibilità di dati quali-quantitativi, inerenti il sistema produttivo e le condizioni meteorologiche ed orografiche, necessari per la realizzazione del data input del modello. La scelta pertanto è ricaduta sulla zona del Vulture-Melfese su cui insiste una rilevante area industriale della Basilicata nelle immediate vicinanze di colture pregiate, di un importante bacino idrominerario e di aree protette. L’area in oggetto, caratterizzata da un trend demografico e socio-economico crescente, comprende 8 comuni con una popolazione pari all’11% di quella regionale ed un’estensione di circa 1000 kmq, pari a 1/10 della superficie regionale. Per quanto riguarda la morfologia del territorio, l’area è contraddistinta da una orografia complessa per la presenza del rilievo montuoso del Vulture a sud – ovest del sito nonché rilievi di minore importanza nel resto del dominio. Considerate le caratteristiche dell’ambito territoriale individuato e la tipologia dei punti di emissione e definita l’analisi preliminare delle ricadute al suolo degli inquinanti primari aerodispersi come obiettivo principale, si è deciso di utilizzare un modello gaussiano ibrido: il CTDMPLUS dell’EPA. Il CTDMPLUS è un sistema modellistico costituito dal modello di trasporto e diffusione, dal pre-processore orografico e dal pre-processore meteorologico. In particolare nella presente applicazione, quest’ultimo è stato opportunamente sostituito da un pre-processore sviluppato ad hoc. Per quanto riguarda il modello di diffusione degli inquinanti, è adatto all’analisi delle emissioni da sorgenti puntuali e permette di trattare situazioni stabili ed instabili in presenza di terreno complesso. Le ipotesi di lavoro adottate sono basate su valutazioni di carattere tecnico volte ad analizzare le prestazioni del modello e l’affidabilità dei risultati nel contesto descritto. Il lavoro è, inoltre, finalizzato a verificare la rispondenza di un approccio sistemico a scala locale nella stima degli standard di qualità dell’aria rispetto alle disposizioni normative inerenti l’applicazione di modelli dispersivi. In tal senso, le prospettive a breve-medio termine dello studio riguardano: 1. l’analisi di sensibilità del modello rispetto alla variazione dei dati orografici di input; 2. il confronto dei risultati ottenuti mediante il CTDMPLUS ed un modello gaussiano non ibrido (es.ISC3).

HYBRID GAUSSIAN MODEL APPLICATION TO AN INDUSTRIAL SITE CHARACTERIZED BY COMPLEX OROGRAPHY.
Bruno Bove, Lucia Mangiamele, Mario Scarciolla, Lucilla Ticconi
Italia – Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Basilicata (ARPAB)
Roberto Sozzi
Italia – Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente del Lazio (ARPAL)
II Sessione – ESPERIENZE DEL SISTEMA AGENZIALE


The application concerns an industrial area of Basilicata region very important from socio-economic and environmental point of view. The site was individuated by considering either the data availability and productive system, metereological and orographyc features that are necessary for the model’s data-input building up. For this reasons, we choosed the Vulture-Melfese area where a large industrial site, a high-quality cultivation-zone, an important hydromining field and protected areas are located. This area, characterized by an increasing demographic and social-economics trend, consists of 8 municipalities with the 11% of the whole regional population and insists on a 1000 kmq surface, that is 1/10 of the whole regional-one. About the landform, the choosen site has a complex orography due to the presence of the Vulture mountains to the sw direction and other lower hills in the rest of domain. So, in order to carry out the preliminary analysis of pollutants relapses, we decided to apply an hybrid gaussian model: the CTDMPLUS (EPA). The CTDMPLUS is made by an air diffusion model, a meteorological pre-processor and an orographic processor. In our case, we substituted the meteorological pre-processor by an ad-hoc developed pre-processor. The pollutants diffusion model fits perfectly our requirement since it is suitable to study pollutant emissions released by punctual sources and it can be applied in stable and unstable condition on complex terrain. We are checking the model’s performances on the area of interest and therefore the results reliability, so we can verify also its use at the local scale in accordance with the law. In this framework, the short and medium- term perspectives of the project are, first of all, the sensitivity analysis by considering different orographic input and, moreover, the comparison of the CTDMPLUS with another dispersion model results.  

Qualità dell'aria


 
 
Campagne di monitoraggio con il mezzo mobile
Rete di monitoraggio in Basilicata
 

 
© ARPAB  via della Fisica 18 C/D 85100 Potenza - P.Iva 01318260765 - tel.0971656111  - email PEC: protocollo@pec.arpab.it - Privacy - Note Legali