ARPA Basilicata
Cerca PersoneDove SiamoBandi di Gara
logoarpab
Home L'Agenzia ARPAB Informa Temi Ambientali Servizi_Ambientali
Aria e Reti di Monitoraggio

QualitÓ dell'aria

AttivitÓ

UtilitÓ
Link
Inquinanti monitorati
 

Gli inquinanti monitorati in continuo tramite la rete di monitoraggio sono:

METALLI : ARSENICO (As), CADMIO (Cd), NICHEL (Ni) e PIOMBO (Pb)

CARATTERISTICHE: Tra i metalli che sono oggetto di monitoraggio, quelli a maggiore rilevanza sotto il profilo tossicologico sono arsenico (As), cadmio (Cd), nichel (Ni) e piombo (Pb). Tali elementi in tracce sono sostanze inquinanti spesso presenti nell'aria a seguito di emissioni provenienti da diversi tipi di attività industriali.

ORIGINE: Le fonti antropiche responsabili dell'incremento della quantità naturale di metalli sono principalmente l'attività mineraria, le fonderie e le raffinerie, la produzione energetica, l'incenerimento dei rifiuti e l'attività agricola. I metalli pesanti sono presenti in atmosfera sotto forma di particolato aerotrasportato; le dimensioni delle particelle a cui sono associati e la loro composizione chimica dipende fortemente dalla tipologia della sorgente di emissione. Per quanto riguarda il Piombo, la principale fonte di inquinamento atmosferico era costituita dagli scarichi dei veicoli alimentati con benzina super (il piombo tetraetile veniva usato come additivo antidetonante). Con il definitivo abbandono della benzina "rossa" i livelli di piombo nell'aria urbano sono diminuiti in modo significativo. Le altre fonti antropiche derivano dalla combustione del carbone e dell'olio combustibile, dai processi di estrazione e lavorazione dei minerali che contengono piombo, dalle fonderie, dalle industrie ceramiche e dagli inceneritori di rifiuti.

EFFETTI SULL'UOMO E SULL'AMBIENTE: L'esposizione agli elementi in tracce è associata a molteplici effetti sulla salute. Tra i metalli pesanti quelli maggiormente rilevanti sotto il profilo tossicologico sono il nichel ed il cadmio. I composti del nichel e del cadmio sono classificati dall'Agenzia Internazionale di Ricerca sul Cancro come cancerogeni per l'uomo.

Metodo di riferimento per il campionamento del Pb e dell'As, Cd e Ni: Norma Uni En 12341:2014 "Aria ambiente. Metodo gravimetrico di riferimento e procedimento la determinazione della concentrazione in massa di particolato sospeso PM10 o PM2.5".

Metodo di riferimento per la misurazione del Pb e dell'As, Cd e Ni: Norma Uni En 14902:2005 "Qualità dell'aria ambiente. Metodo normalizzato per la misurazione di Pb, Cd, As e Ni nella frazione PM10 del particolato in sospensione".

Metodo di riferimento per la misurazione dei tassi di deposizione di As, Cd e Ni: Norma Uni En 15841:2010 "Qualità dell'aria ambiente. Metodo normalizzato per la determinazione di arsenico, cadmio, piombo e nichel in deposizioni atmosferiche.

Riferimenti
- www.meteorivierapicena.net/
- www.epicentro.iss.it

NORMATIVA E LIMITI

D.Lgs 155/2010 e ss.mm.ii.
- Allegato XIII : Arsenico, Cadmio e Nichel
- Allegato XI : Piombo

Limiti normativi per l'Arsenico (As)

Tipo di Limite Periodo di mediazione Valore limite
Valore obiettivo Anno civile 6,0 ng/m3 (*)

Limiti normativi per il Cadmio (Cd)

Tipo di Limite Periodo di mediazione Valore limite
Valore obiettivo Anno civile 5,0 ng/m3 (*)

Limiti normativi per il Nichel (Ni)

Tipo di Limite Periodo di mediazione Valore limite
Valore obiettivo Anno civile 20,0 ng/m3 (*)

Limiti normativi per il Piombo (Pb)

Tipo di Limite Periodo di mediazione Valore limite
Valore obiettivo Anno civile 0,5 µg/m3 (**)

(*) Il valore obiettivo è riferito al tenore totale dell'inquinante presente nella frazione PM10 del materiale particolato, calcolato come media su anno civile.
 (**) Tale valore deve essere raggiunto entro il 1° Gennaio 2010 in caso di aree poste nelle vicinanze delle fonti industriali localizzate presso siti contaminati da decenni di attività industriali. In tali casi il valore limite da rispettare fino al 1° Gennaio 2010 è pari a 1,0 µg/m3. Le aree in cui si applica questo valore limite non devono comunque estendersi per una distanza superiore a 1000 m rispetto a tali fonti industriali.
QualitÓ dell'aria


 
 
Campagne di monitoraggio con il mezzo mobile
Rete di monitoraggio in Basilicata
 

 
ę ARPAB  via della Fisica 18 C/D 85100 Potenza - P.Iva 01318260765 - tel.0971656111  - email PEC: protocollo@pec.arpab.it - Privacy - Note Legali