ARPA Basilicata
Cerca PersoneDove SiamoBandi e Gare
logoarpab
Home L'Agenzia ARPAB Informa Temi Ambientali Servizi_Ambientali

Prima indagine conoscitiva sui livelli di concentrazione RADON INDOOR negli edifici scolastici della BASILICATA

Nell’autunno 2013 l'Arpa Basilicata ha avviato una campagna di misure di screening delle concentrazioni di radon indoor negli edifici scolastici presenti sul territorio regionale per avere un primo quadro conoscitivo dei livelli medi riscontrabili nelle scuole. Obiettivo di questa indagine è anche quello di creare un primo set di dati georeferenziati che possa poi essere utile per la pianificazione di una eventuale campagna di misure intensiva, finalizzata alla realizzazione della mappatura del rischio Radon sul territorio lucano. Le misure sono effettuate tramite l’utilizzo di dosimetri passivi a tracce nucleari del tipo CR-39 che sono stati posizionati e raccolti dai tecnici dell’ARPAB.
In attesa di un Piano specifico concordato e istituito con la Regione Basilicata, nell’ambito della campagna preliminare di misure tuttora in corso, è stata interessata una parte degli edifici scolastici dislocati nei vari territori comunali e le misure sono state effettuate, in prima istanza, con tempi di esposizione limitati a circa 3-6 mesi. Per ogni comune interessato, si è cercato di esaminare almeno il 50% degli edifici scolastici presenti, scegliendo, ove possibile, plessi collocati in zone molto distanti tra loro e con almeno un locale a piano terra o seminterrato. In ogni edificio in esame sono stati tenuti in osservazione uno o due locali ritenuti a maggiore rischio in base alla loro ubicazione e strutturazione, comunque utilizzati dal personale e/o dai discenti. Nei plessi scolastici ove la prima misura di screening ha fornito valori di concentrazione superiori a 300 Bq/m3 sono state effettuate misure successive per coprire l’arco temporale di un anno, estendendo l’indagine anche ad altri locali. Non sono stati esposti dosimetri nella sola stagione estiva per evitare di sottostimare sistematicamente i valori concentrazione radon. Non sono stati applicati fattori correttivi per estrapolare i valori medi osservati a valori medi annuali.
Fino al 31 dicembre 2014 sono state esaminati n. 83 edifici scolastici in quarantaquattro comuni, di cui n. 10 nella città di Potenza, n. 8 nella città di Matera (dove in realtà sono stati sottoposti a misura anche due locali commerciali in zona Sassi) e mediamente n. 1-2 edifici scolastici per gli altri comuni interessati (Fig.1). Sulla base dei dati ad oggi acquisiti è stata generata una mappa parziale dei livelli massimi di concentrazione radon misurati su scala comunale. Poiché buona parte degli edifici scolastici esaminati ha mostrato una tipologia costruttiva abbastanza similare e standardizzata, tale mappa può anche essere considerata, in prima approssimazione, come indicativa del rischio potenziale relativo (non assoluto) di osservare con maggiore frequenza detti livelli di concentrazione radon nei rispettivi territori comunali (pur considerando la parziale rappresentatività dei dati acquisiti rispetto alla copertura del territorio, ai campionamenti di durata annuale e alle diverse tipologie costruttive di tutti gli ambienti di vita indoor).
Pertanto, nella mappa riportata in figura a ciascun comune esaminato è stata associata una classe di rischio relativo prendendo come riferimento il massimo valore di concentrazione radon indoor osservato nelle misure di screening e valutandone il range di appartenenza come di seguito elencato:

  • <100 Bq/m3 classe I (rischio minimale)
  • [100 – 199] Bq/m3 classe II (rischio leggero)
  • [200 – 299] Bq/m3 classe III (rischio medio-basso)
  • [300 – 399] Bq/m3 classe IV (rischio medio)
  •  ≥400 Bq/m3 classe V (rischio più elevato)
Scarica la relazione in formato pdf

Potenza 26 febbraio 2015


Mappa (aggiornamento al 31 dicembre 2016)

Mappatura parziale dei livelli massimi di concentrazione radon indoor misurati nei comuni della Basilicata mediante indagine conoscitiva condotta in istituti scolastici. In prima approssimazione le diverse classi di livello o di colorazione sono indicative del maggiore o minore rischio radon potenziale (rischio relativo, crescente dalla classe I alla classe V). Il numero riportato nelle aree evidenziate rappresenta il numero di edifici esaminati in ciascun territorio comunale.


 
© ARPAB  via della Fisica 18 C/D 85100 Potenza - P.Iva 01318260765 - tel.0971656111 - email convenzionale: info@arpab.it - email PEC: protocollo@pec.arpab.it - Privacy - Note Legali