ARPA Basilicata
Cerca PersoneDove SiamoBandi di Gara
logoarpab
Home L'Agenzia ARPAB Informa Temi Ambientali Servizi_Ambientali


Valutazione e Compatibilità Ambientale

Glossario Ambientale

Ambiente
Sistema complesso delle risorse naturali ed umane e delle loro interazioni

Analisi ambientale
Esauriente analisi iniziale dei problemi, dell'impatto e delle prestazioni ambientali connesse all'attività di un'organizzazione

Analisi dei siti alternativi
Esame comparato di soluzioni diverse per la localizzazione di un’opera

Autorizzazione Integrata Ambientale ( A.I.A.)
E’ il provvedimento che autorizza l'esercizio di un impianto imponendo misure tali da evitare oppure ridurre le emissioni nell’aria, nell’acqua e nel suolo per conseguire un livello elevato di protezione dell’ambiente nel suo complesso. L'Autorizzazione Integrata Ambientale sostituisce ad ogni effetto ogni altra autorizzazione, visto, nulla osta o parere in materia ambientale previsti dalle disposizioni di legge e dalle relative norme di attuazione. Sono fatte salve le disposizioni relative al controllo dei pericoli di incidenti rilevanti connessi con determinate sostanze pericolose

Autorità competente
La pubblica amministrazione cui compete l'adozione del provvedimento di verifica di assoggettabilità, l'elaborazione del parere motivato, nel caso di valutazione di piani e programmi, e l'adozione dei provvedimenti conclusivi in materia di V.I.A., nel caso di progetti

Autorità procedente
La pubblica amministrazione che elabora il piano, programma soggetto alle disposizioni del presente decreto, ovvero nel caso in cui il soggetto che predispone il piano, programma sia un diverso soggetto pubblico o privato, la pubblica amministrazione che recepisce, adotta o approva il piano, programma;

C.I.P.E.
Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica

Consultazione
L'insieme delle forme di informazione e partecipazione, anche diretta, delle amministrazioni, del pubblico e del pubblico interessato

Danno ambientale
Qualsiasi deterioramento significativo e misurabile, diretto o indiretto, di una risorsa naturale o dell’utilità assicurata da quest’ultima

Emissione
Lo scarico diretto o indiretto, da fonti puntiformi o diffuse dell’impianto, di sostanze, vibrazioni, calore o rumore nell’aria, nell’acqua ovvero nel suolo

Impatto ambientale
L'alterazione qualitativa e/o quantitativa, diretta ed indiretta, a breve e a lungo termine, permanente e temporanea, singola e cumulativa, positiva e negativa dell'ambiente, inteso come sistema di relazioni fra i fattori antropici, naturalistici, chimico-fisici, climatici, paesaggistici, architettonici, culturali, agricoli ed economici, in conseguenza dell'attuazione sul territorio di piani o programmi o di progetti nelle diverse fasi della loro realizzazione, gestione e dismissione, nonche' di eventuali malfunzionamenti

Impianto (rif. D.lgs 18 febbraio 2005 n.59)
L'unità tecnica permanente in cui sono svolte una o più attività elencate nell’allegato I e qualsiasi altra attività accessoria, che siano tecnicamente connesse con le attività svolte nel luogo suddetto e possano influire sulle emissioni e sull'inquinamento

Impianto esistente (rif. D.lgs 18 febbraio 2005 n.59)
Un impianto che, al 10 novembre 1999, aveva ottenuto tutte le autorizzazioni ambientali necessarie all'esercizio, o il provvedimento positivo di compatibilità ambientale, o per il quale a tale data erano state presentate richieste complete per tutte le autorizzazioni ambientali necessarie per il suo esercizio, a condizione che esso sia entrato in funzione entro il 10 novembre 2000

Impianto nuovo
Un impianto che non ricade nella definizione di impianto esistente

Inquinamento
L'introduzione diretta o indiretta, a seguito di attività umana, di sostanze o di calore nell'aria, nell'acqua o nel terreno, che possono nuocere alla salute umana o alla qualità degli ecosistemi acquatici o degli ecosistemi terrestri che dipendono direttamente da ecosistemi acquatici, perturbando, deturpando o deteriorando i valori ricreativi o altri legittimi usi dell'ambiente

Integrated Pollution Prevention and Control (IPPC)
E’ una strategia, comune a tutta l’Unione Europea, per aumentare le “prestazioni ambientali” dei complessi industriali soggetti ad autorizzazione

Migliori tecniche disponibili (M.T.D.)
Migliore: la più efficiente e avanzata fase di sviluppo di attività e relativi metodi di esercizio indicanti l'idoneità pratica di determinate tecniche a costituire, in linea di massima, la base dei valori limite di emissione intesi ad evitare oppure, ove ciò si riveli impossibile, a ridurre in modo generale le emissioni e l'impatto sull'ambiente nel suo complesso. Disponibili: le tecniche sviluppate su una scala che ne consenta l'applicazione in condizioni economicamente e tecnicamente valide nell'ambito del pertinente comparto industriale, prendendo in considerazione i costi e i vantaggi, indipendentemente dal fatto che siano o meno applicate o prodotte in ambito nazionale, purché il gestore possa avervi accesso a condizioni ragionevoli. Migliori: le tecniche più efficaci per ottenere un elevato livello di protezione dell'ambiente nel suo complesso. Tecniche: sia le tecniche impiegate sia le modalità di progettazione, costruzione, manutenzione, esercizio e chiusura dell'impianto

Misure o interventi di mitigazione
Misure non strettamente riferibili al progetto che si ritiene opportuno adottare per contenere gli impatti ambientali in fase sia di costruzione che di esercizio

Modifica dell’impianto
Una modifica delle caratteristiche dell’impianto o del suo funzionamento ovvero un suo potenziamento che possa produrre conseguenze sull’ambiente

Modifica sostanziale
Una modifica che, secondo un parere motivato dell'autorità competente, potrebbe avere effetti negativi e significativi per gli esseri umani o per l'ambiente

National Classification of Economic Activities (NACE)
La nomenclatura NACE è la classificazione standard europea delle attività economiche

Nomenclature of Sources of Emission ( NOSE-P)
La nomenclatura NOSE o NOSE-P è la classificazione standard europea delle fonti di emissione

Norma di qualità ambientale
La serie di requisiti che devono sussistere in un dato momento in un determinato ambiente o in una specifica parte di esso, come stabilito nella normativa vigente in materia ambientale

Proponente
Il soggetto pubblico o privato che elabora il piano, programma o progetto

Pubblico
Una o più persone fisiche o giuridiche nonche', ai sensi della legislazione vigente, le associazioni, le organizzazioni o i gruppi di tali persone

Pubblico interessato
Il pubblico che subisce o può subire gli effetti delle procedure decisionali in materia ambientale o che ha un interesse in tali procedure

Relazione sullo stato dell’ambiente ( R.S.A.)
Resoconto complessivo ed organizzato per settori di analisi, idealmente periodico, delle condizioni ambientali di un dato territorio

Ripristino ambientale
Gli interventi di riqualificazione ambientale e paesaggistica, costituenti complemento degli interventi di bonifica nei casi in cui sia richiesto, che consentono di recuperare il sito alla effettiva e definitiva fruibilità per la destinazione d'uso conforme agli strumenti urbanistici in vigore, assicurando la salvaguardia della qualità delle matrici ambientali.

Scarico diretto
Emissione di sostanze direttamente nell'aria e nell'acqua

Scarico indiretto
Emissione di sostanze nell'acqua per trasferimento, tramite fognatura ad un impianto di depurazione esterno

Scoping
Processo di analisi preliminare e di determinazione del quadro informatico per l’identificazione dei potenziali impatti significativi del progetto in esame sull’ambiente dell’area interessata

Sintesi non tecnica (S.N.T.)
E’ un documento facilmente riproducibile finalizzato ad agevolare la comprensione dell’intera documentazione da parte del pubblico

Soggetti competenti in materia ambientale
Le pubbliche amministrazioni e gli enti pubblici che, per le loro specifiche competenze o responsabilità in campo ambientale, possono essere interessate agli impatti sull'ambiente dovuti all'attuazione dei piani, programmi o progetti

Sostanze
Gli elementi chimici e loro composti, escluse le sostanze radioattive e gli organismi geneticamente modificati

Valori limite di emissione
La massa espressa in rapporto a determinati parametri specifici, la concentrazione ovvero il livello di un'emissione che non possono essere superati in uno o più periodi di tempo. I valori limite di emissione possono essere fissati anche per determinati gruppi, famiglie o categorie di sostanze

Valutazione
Impiego di metodologie per misurare, calcolare, prevedere o stimare il livello di un inquinante

Valutazione Impatto ambientale (V.I.A.)
Analisi e valutazione preventiva degli effetti indotti da un determinato progetto sull’ambiente, cioè sul complesso dei fattori naturali, sociali, culturali ed economici che caratterizzano l’area circostante il sito coinvolto nel progetto stesso

Valutazione Ambientale Strategica (V.A.S.)
Strumento tecnico amministrativo per la valutazione delle implicazioni ambientali di piani e programmi

Valutazione paesaggistica
Azione amministrativa di verifica ed accettabilità di progetti sotto il profilo paesaggistico

Verifica di assoggettabilità (Screening)
La verifica attivata allo scopo di valutare, ove previsto, se piani, programmi o progetti possono avere un impatto significativo sull'ambiente e devono essere sottoposti alla fase di valutazione

   
 
 
 
 
 

Normativa

Nazionale

Regionale

 
 

Approfondimenti disciplinari

VAS ed Indicatori


 
© ARPAB  via della Fisica 18 C/D 85100 Potenza - P.Iva 01318260765 - tel.0971656111  - email PEC: protocollo@pec.arpab.it - Privacy - Note Legali